Master ATMArticolazione Temporo-Mandibolaree Sistemi Coinvolti

Master ATM – Articolazione Temporo-Mandibolare e Sistemi Coinvolti

Il Master A.T.M. che Fisiocorsi propone ha come cifra caratterizzante e distintiva una didattica con approccio multidisciplinare sapientemente realizzata dal Team dei docenti riconosciuti ed accreditati a livello internazionale. L’iter formativo si avvale della collaborazione di esperti e qualificati professionisti specialisti del proprio campo diretti e coordinati dalla D.ssa Bencivenga, specialista in Fisioterapia, Osteopatia e Posturologia e docente presso la stessa Scuola.

Questa combinazione didattica che recepisce l’esigenza di integrazione tra MT/MCA (medicina tradizionale/medicina complementare e alternativa) e si pone come finalità quella di fornire nozioni che aumentino le conoscenze e le capacità dei partecipanti attraverso il confronto e l’interazione tra specialisti delle varie discipline rappresenta il valore aggiunto del Master A.T.M..

In poche parole fondere la visione olistica propria dell’osteopatia con lo sguardo clinico classico per ottenere un avanzato metodo di gestione, di analisi e di trattamento delle diverse disfunzioni.

Destinatari dell’offerta formativa

Fisiocorsi rivolge il Master ATM – Articolazione Temporo-Mandibolare a tutti coloro che per interesse personale o professionale desiderino aggiornare le proprie conoscenze con nuove tecniche, strategie e protocolli sia individuali che interdisciplinari.

L’iscrizione al Master è consentita:

  • ai possessori di laurea medica, magistrale/specialistica come: logopedisti, ortottisti medici, osteopati, fisioterapisti, odontoiatri, tecnici odontoiatri.
  • ai professionisti non sanitari solo ed esclusivamente se in possesso di un D.O. in Osteopatia.       

Non sono ammessi tutti coloro in possesso del titolo di studio in Scienze Motorie.

Organizzazione generale del Master A.T.M.

Il Master A.T.M. integrato e multidisciplinare dei disturbi e disordini dell’Articolazione Temporo Mandibolare e sistemi coinvolti è strutturato in 5 stage complessivi di 2 o 3 giorni. Suddivisi, a loro volta, in 3 moduli: Intercettare, Valutare, Trattare, che indicano in forma chiara lo svolgimento. I tre moduli, indipendenti tra loro, sono stati strutturati con un ordine pedagogico preciso che consente ai partecipanti di identificare in modo chiaro l’ordine cronologico da seguire.

Moduli, composizione

Modulo base: Intercettare

  • Stage 1Odontoiatria-Osteopatia: genetica, embriologia, disfunzione.

Durata 3 giorni – Docenti: Dott. Fusco, Dott. Pellegrino, Dott.ssa Bencivenga

  • Stage 2Sistema stomatognatico: le funzioni e le alterazioni. 1 parte (foniatra, logopedista)

Durata 2 giorni – Docenti: Dott. Covino, Dott.ssa M. d’Aniello

Modulo intermedio: Valutare

  • Stage 3 – Gnatologo e Osteopata un linguaggio comune, dalla valutazione al trattamento.

Durata 2 giorni – Docenti: Prof. Nanussi, Dott.ssa Bencivenga

  • Stage 4 – Sistema stomatognatico: le funzioni. 2 parte (ortottista, vestibologo, posturologo)

Durata 2 giorni – Docenti: Dott. Tramontano, Dott. Riccardi

Modulo Avanzato: Trattare

  • Stage 5 – I vari dispositivi orali quando, come e perché. (fisioterapista, odontoiatra, posturologo)

Durata 3 giorni – Docenti: Dott. Abrate, Dott. S. Soreca, Dott. G. De Vincentiis, Dott.ssa I. Bencivenga

Posti

I posti verranno assegnati in ordine di iscrizione fino all’esaurimento degli stessi.

Si precisa che il Corso avrà inizio solo al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Programma

1° stage – Odontoiatria-Osteopatia: genetica, embriologia, disfunzione

Docenti: Dott. Fusco, Dott. Pellegrino, Dott.ssa Bencivenga

1° giornata

  • Early orthodontic treatment ed approccio osteopatico : una interpretazione teorico/pratica.
  • Come si struttura il complesso craniofacciale dal punto di vista ostopatico e da quello ortdontico (principi generali di crescita con richiami al loro significato clinico)
  • Il ruolo del complesso dento-alveolare durante la crescita
  • Il peso della informazione genetica ed il ruolo dei fattori ambientali nella definizione del biotipo comportamentale occlusale e non

2° giornata

  • Gli apparecchi ortodontici visti in chiave osteopatica
  • L’approccio osteopatico visto dall’ortodontista
  • Analisi di casi clinici
  • Un approccio terapeutico multidisciplinare e la linea del tempo.
  • Il significato di stabilità cranio-cervico-occlusale nel tempo: utopia o realtà?
  • La non misurabilità clinica ed i limiti dell’approccio

3° giornata

Le Catene Muscolari

Il Cranio

  • Anatomo-Fisiologia delle Suture Craniche, dei Fluidi Cerebrospinali e delle Membrane Durali

Le Catene Muscolari e le implicazioni con il Distretto Cranio-Cervico-Mandibolare

  • Modelli presenti in letteratura (Struiff- Denis, Myers, Busquet, Mézières)
  • Analisi delle catene neuro-mio-fasciali in relazione a problematiche occlusali
  • Il ruolo del sistema neuro-vegetativo

Test per determinare la catena disfunzionale

  • La sessione di Trattamento
  • Come trattare ogni Catena
  • Gli Esercizi di Rimodulazione Neuro-Posturale sul Distretto Cranio-Cervico-Mandibolare

2° stage – Sistema stomatognatico: le funzioni e le alterazioni. 1 parte (foniatrico, logopedico)

Docenti: Dott. Attilio Covino, Dott.ssa Milena d’Aniello

1° giornata

L’Apparato stomatognatico: anatomo-fisiologia in ottica funzionale

  • Mandibola – ATM e i suoi muscoli: vettori di forza, linee di movimento e sinergie motorie.
  • Mandibola – ATM e innervazione
  • Il Trigemino: lingua e postura
  • Connessioni anatomo-funzionali: ossoioide
  • ATM e sistema Posturale

Funzioni Stomatognatiche e ATM

  • Respirazione
  • Fonazione
  • Articolazione
  • Deglutizione fisiologica-funzionale
  • Masticazione: alimentazione e svezzamento
  • Mimica ed Estetica

ATM e circuiti emotivo-sociali

Disfunzioni Stomatognatiche e ATM:

  • Respirazione orale: ipertrofia adenotonsillare, ipertrofia dei turbinati, disfunzioni tubariche, OSAS.
  • Disturbi Fono-articolatori: disfonieedislalie
  • Masticazione: masticazione monolaterale; masticazione verticale; masticazione anteriore e sovraccarico condilare; masticazione postura e occipite.
  • Deglutizione disfunzionale e deziopatogenesi: malformazioni; vizi orali e para funzioni
  • Correlazioni disordini muscolari oro-facciali con problemi odontoiatrici ortodontici e l’importanza di una diagnosi precoce
  • Frenulo corto, osso ioide e RGE
  • Sindrome del labbro corto e ATM

 2° giornata

Valutazione Foniatrico-logopedica:

  • Protocolli di valutazione funzione-disfunzione

Diagnosi miofunzionale:

  • anamnesi, esame obiettivo, esami strumentali

Dimostrazioni pratiche

Terapia medica, chirurgica: linee di intervento

Terapia logopedica dei disordini muscolari orofacciali

Casi clinici e Dimostrazioni pratiche delle principali procedure rieducative

  • VALUTARE:

    3° stage – Gnatologo e Osteopata un linguaggio comune, dalla valutazione al trattamento

    Docenti: Prof. Nanussi, Dott.ssa Bencivenga

    1° giornata (Osteopata)

    Odontoiatria ed Osteopatia: La Necessità Di Un Linguaggio Comune. Dalla parte dell’Osteopata

    1. La Lingua Nel Contesto Occluso-Posturale
    2. Il Rapporto Cranio-Cervico-Mandibolare: Cos’è E Come Si Valuta
    3. L’osso Ioide E La Sua Importanza Funzionale
    4. Osso Ioide Il Pivot Delle Funzioni Stomatognatiche
    5. Ioide Approccio Terapeutico Fisioterapico Posturale Kinesiologico Osteopatico
    6. Valutazione E Riequilibrio Dello Spazio Retro-Viscerale Di Henke
    7. Valutazione E Riarmonizzazione Della Catena Linguale
    8. Rieducazione Propriocettiva: Atm Lingua Muscoli Oro-Facciali
    9. Relaise Miofasciale Sopra-Ioidea Sottoioideo E Distetto Toracico
    10. Atm E Sistema Endocrino I 3 Diaframmi
    11. Tecniche Di Release Fasciale Orofacciale
    12. Release Miofasciale Mm. Cervicali, Trapezio, Scom, Massetere, Mm. Ioidei

    2° giornata (Odontoiatra)

    Odontoiatria ed Osteopatia: La Necessità Di Un Linguaggio Comune. Dalla parte dell’Odontoiatra

    1. Le Malocclosioni e le (Dis)Funzioni Correlate
    2. La Malocclusione Dentale: Un Sintomo Non Una Patologia
    3. Le Parafunzioni Diurne E Notturne (Digrignamento E Serramento)
    4. Concetto Di Parafunzione
    5. Evoluzione Della Parafunzione Nel Sistema Cranio-Cervico-Mandibolare
    6. Interpretazione Del Modello In Gesso Della Bocca Dal Punto Di Vista Posturometrico: Analisi E Verifica Pratica Tra I Partecipanti
    7. Priorità Nel Trattamento Osteopatico-Fisioterapico Nel Paziente In Terapia Ortodontica
    8. Impronte Dentali E Cere Funzionali
    9. Riabilitazione Neuro-Occlusale (Rno) E Leggi Di Planas.
    10. I Dispositivi Funzionali Planas, Pipe, Simoes: Quando E Perché Applicarli
    11. Rapporto Funzionale Tra Occlusione E Articolazione Temporo-Mandibolare.
    12. Muscoli E Legamenti Atm
    13. Innervazione Orofacciale
    14. Tecniche Di Indagine Diagnostica
    15. Il Dolore Differenza Tra Dolore Acuto Vs Dolore Cronico
    16. (Come Riconoscere Il Paziente Con Dolore Cronico E Come Trattarlo)
    17. Classificazione Delle Disfunzioni Cranio Mandibolari
    18. Restrizioni Biomeccaniche: L’incoordinazione Condilodiscale
    19. Patologie Discali: Lussazione, Sub-Lussazione Del Disco (Sessione Teorica)

    4° stage – Sistema stomatognatico: le funzioni. 2 parte (ortottista, vestibologo, posturologo)

    Docenti: Dott. Tramontano, Dott. Riccardi

    1° giornata – Vestibologo

    1. La Modellistica Dell’equilibrio
    2. La Relazione Tra Vestibolo E Postura
    3. I Riflessi Vestibolari
    4. La Valutazione Non Strumentale Del Sistema Vestibolare
    5. Head Impulse Test, Head Shaking Test, Shimps, Saccadi (Dimostrazioni Pratiche)
    6. Le Basi Scientifiche Della Rieducazione Vestibolare
    7. Tecniche Di Rieducazione Della Stabilità Visiva E Della Stabilità Posturale (Esercitazioni Pratiche Tra I Partecipanti)
    8. Cenni di osteopatia applicata

    2° giornata – Ortottista

     – Cenni Anatomia del sistema visivo

    • Tonache
    • Vie ottiche
    • Muscolatura intrinseca
    • Muscolatura intrinseca

     – Sistema visivo e postura

    • Esterocezione oculare
    • Propriocezione oculare

     – Apparato stomatognatico e sistema visivo

    • Correlazioni neurofisiologiche

     – Test per verificare se il sistema visivo influenza il Sistema Tonico Posturale e l’apparato stomatognatico :

    • Acuità visiva
    • Indice di Romberg (con pedana posturometrica)
    • Convergenza oculare
    • Visione binoculare
    • Dominanza oculare
    • Maddox Test
    • Posizione Anomala del capo

     – Correlazione tra Sistema Visivo e Apparato Vestibolare

    • Riflesso vistibolo oculomotore
    • Legge dei Canali di Gagey
    • Saccadi e pursuit
  • TRATTARE:

    5° stage – Riarmonizzazione funzionale del sistema occluso-posturale (Odontotecnico, Odontoiatra, Osteopata e Fisioterapista)

    Docenti: Dott. F. Abrate, Dott. S. Soreca, Dott. G. De Vincentiis, Dott.ssa I. Bencivenga

    1 giornata / 2 giornata  / 3 giornata

    1. Correlazioni tra CRANIO ATM COLONNA, diagnosi differenziale
    2. Concetto Di Relazione Centrica
    3. Concetto Di Lordosi Cervicale Fisiologica
    4. Approfondimenti Sulla Biomeccanica Cranio-Cervicale
    5. Concetto Di Unità Funzionale Cranio – Cervico – Mandibola
    6. OSAS -sindrome delle apnee ostruttive notturne
    7. Patologie Temporo-Mandibolari Nelle Plagiocefalie
    8. Test Osteopatici, Test Posturali
    9. Dispositivi Funzionali Nel Contesto Posturale
    10. La rilevazione del Morso Terapeutico
    11. Il bite: quale e perché
    12. Terapia ortodontica nel contesto posturale
    13. I rialzi occlusali: come ristabilire una dimensione verticale in armonia con il sistema neuromuscolare
    14. Tipologia delle placche occlusali per la riabilitazione: come scegliere la placca
    15. La realizzazione delle placche occlusali: fasi cliniche e di laboratorio
    16. Regolazione delle placche occlusali con l’ausilio della kinesiologia applicata
    17. Conservativa, ortodonzia e protesi nella riabilitazione funzionale e posturale
    18. I Dispositivi Funzionali Planas, Pipe, Simoes: Quando e perché applicarli, dalla parte dell’odontotecnico
    19. Rapporto Funzionale tra Occlusione e Articolazione Temporo-Mandibolare: dalla parte dell’odontotecnico

 

Sedi e date

Clicca sulla sede di tuo interesse per ottenere tutte le info ⬇⬇

 

Napoli Marzo->Novembre 2022

Obiettivi

Lo scopo di questo iter formativo è quello di offrire un percorso interdisciplinare che incentivi sia l’acquisizione o il perfezionamento delle proprie competenze che l’interazione tra l’esperienza clinica (MT) con quella della Medicina complementare (MCA).

L’obiettivo finale è la formazione di figure professionali che partendo dalle proprie competenze siano in grado di interfacciarsi e relazionarsi positivamente con altri professionisti per l’analisi, l’individuazione ed il successivo trattamento delle disfunzioni.

 

Docenti

Equipe multidisciplinare del Master ATM

Modulo Base: Intercettare

Docenti: Dott. Fusco, Dott. Pellegrino, Dott.ssa Bencivenga, Dott. Attilio Covino, Dott.ssa Milena d’Aniello

Modulo Intermedio: Valutare

Docenti: Prof. Nanussi, Dott.ssa Bencivenga, Dott. Tramontano, Dott. Riccardi

Modulo Avanzato: Trattare

Docenti: Dott. F. Abrate, Dott. S. Soreca, Dott. G. De Vincentiis, Dott.ssa I. Bencivenga

Info costi

Il Master completo ha un costo di € 1560

L’iscrizione è di € 160

Il saldo può essere  effettuato in 5 rate di € 280  da versare con bonifico bancario 10 giorni prima l’inizio dei 5 seminari del Master:

E’ possibile iscriversi singolarmente ad uno o più dei 3 moduli che compongono il Master: in questo caso i costi sono di:

€ 750 per il Modulo Base – € 600 per il Modulo Intermedio – € 450 per il Modulo Avanzato 

Le coordinate bancarie puoi trovarle cliccando qui.

ECM

Validi per il 2021
richiesti Crediti ECM (previsti 50) per Fisioterapisti
Logopedisti, TNPEE, T.O. – Odontoiatri
Medico chirurgo: tutte le specializzazioni

Info varie

  • Materiale didattico:
    dispense cartacee – Files digitali
    Kit con materiale per trattamento oro-maxillo-facciale

Vuoi maggiori informazioni?

15 + 1 =