fbpx

Corso diMiofibrolisi

Miofibrolisi

Cos’è la fibrolisi diacutanea? Si parla anche di “Ekman Therapie”, presa dal nome del fisioterapista svedese che ha lavorato con il Dr. Cyriax. Kurt Ekman capì rapidamente i limiti del lavoro manuale tipo MTP e inventò un modello di gancio.

Questi ganci consentono di raggiungere con precisione le strutture anatomiche ed esplorare i piani di scivolamento. L’obiettivo della tecnica sarà togliere le aderenze attraverso la fibrolisi diacutanea, cioè la dissoluzione mediante mobilizzazione e allungamento delle aderenze tissutali al fine di ripristinare la mobilità dei tessuti.

Sedi e date

Clicca sulla sede di tuo interesse per ottenere tutte le info ⬇⬇

 

Latina 25-26-27 marzo 2022

Obiettivi

  • Imparare la tecnica della fibrolisi diacutanea;
  • Migliorare la conoscenza dell’anatomia e della diagnosi palpatoria;
  • Collegare le patologie locoregionali alla tecnica della fibrolisi diacutanea.

Tematiche

Cos’è la fibrolisi diacutanea? Si parla anche di “Ekman Therapie”, presa dal nome del fisioterapista svedese che ha lavorato con il Dr. Cyriax. Kurt Ekman capì rapidamente i limiti del lavoro manuale tipo MTP e inventò un modello di gancio.

Questi ganci consentono di raggiungere con precisione le strutture anatomiche ed esplorare i piani di scivolamento. L’obiettivo della tecnica sarà togliere le aderenze attraverso la fibrolisi diacutanea, cioè la dissoluzione mediante mobilizzazione e allungamento delle aderenze tissutali al fine di ripristinare la mobilità dei tessuti.

Gli effetti della fibrolisi diacutanea sono di tre ordini: meccanico, riflesso e trofico; sono dimostrati da numerosi studi.

La complessità della tecnica si basa sulla conoscenza anatomica del sistema muscoloscheletricho al fine di posizionare correttamente il gancio tra le strutture per utilizzare bene i piani di scivolamento. Approcciare la fibrolisi diacutanea è quindi anche un’opportunità per rivedere l’anatomia del sistema muscolo-scheletrico.

Per concludere, si propone la fibrolisi diacutanea per completare l’arsenale terapeutico del praticante in un rigoroso quadro metodologico e basato sulla diagnosi palpatoria.

Programma

  • Teoria della tecnica MIOFIBROLISI
  • Descrizione della tecnica
  • Origine ed evoluzione
  • Anatomo fisio Patologia del tessuto connettivo di ieri e di oggi
  • Presentazione dei diversi ganci
  • Scelta del gancio?
  • Effetti della miofibrolisi
  • Cosa dice oggi la scienza sulla Miofibrolisi
  • Arto inferiore
  • Diagnosi palpatoria
  • Identificare, differenziare le strutture muscolo tendinee e legamentose
  • Applicare una strategia di palpazione a ogni struttura.
  • Anca, gluteo, coscia, ginocchio, gamba, caviglia, piede
  • I ganci sulle strutture
  • Messa in applicazione dei ganci
  • Rachide cervicale
  • Identificare, differenziare le strutture muscolo tendinee e legamentose
  • Applicare una strategia di palpazione a ogni struttura.
  • Faccia anteriore, laterale e posteriore del collo
  • I ganci sulle strutture
  • Messa in applicazione dei ganci
  • Arto superiore
  • Identificare, differenziare le strutture muscolo tendinee e legamentose
  • Applicare una strategia di palpazione a ogni struttura.
  • Spalla, braccio, gomito, avambraccio, polso, mano
  • I ganci sulle strutture
  • Messa in applicazione dei ganci

Docenti

Info costi

Il corso ha un costo di €620

L’iscrizione è di €220

La quota a saldo è di € 400, va saldata con bonifico bancario 10 giorni prima l’inizio del corso.

PROMO paga tutto subito paga tutto il corso e hai uno sconto del 5% = 589€ anziché 620€

IMPORTANTE

CON IL COSTO DEL CORSO È INCLUSO IL KIT DEI 5 MIOFIBROLISORI

Le coordinate bancarie puoi trovarle cliccando qui.

ECM

Previsti 25 crediti

Vuoi maggiori informazioni?

6 + 14 =